Ricordando Marjorie Cameron, la Donna Scarlatta

Non è facile introdurre Marjorie Cameron Parsons Kimmel (1922-1995) in maniera concisa. Pittrice, occultista, attrice, poetessa e scrittrice; dal 1946 moglie del brillante ingegnere chimico esperto di esplosivi Jack Parsons, che riconobbe in lei, appena la vide, la sua Donna Scarlatta.

Marjorie Cameron su una cartolina spedita da Wallace Berman. Via Deicht.nyc



American Satan’s History.


Love tragedy

Introdotta da Parsons, Cameron entrò nella Loggia di Agapé, avamposto americano dell’Ordo Templi Orientis, unendosi ai circoli esclusivi della California di quegli anni in fremito, che univano i piaceri della vita mondana a un attento ripensamento in chiave contemporanea delle recenti correnti magico-occultustiche. Nel 1947 Cameron vola in Inghilterra per incontrare Aleister Crowley, che però muore prima del suo arrivo.

Impossibile parlare di lei senza ricordare il tragico incidente in cui suo marito trovò la morte, nel suo laboratorio di Pasadena nel 1952.

Non c’è stato funerale per Jack Parsons. L’Oto ha svolto un servizio per onorare il fatto che ‘fratello John Whiteside Parsons ha compiuto il suo ultimo viaggio verso il sole’. Il suo corpo è stato cremato e la sua vedova, ‘Candy’, ha sparso le sue ceneri sul deserto del Mojave” (cit. da G. Pendle, Strange Angel: The Otherworldly Life of Rocket Scientist John Whiteside Parsons) dove sei anni prima Parsons (alla presenza di Ron Hubbard, futuro fondatore della Chiesa di Scientology) aveva compiuto la potente invocazione The Babalon Working, così come espressa nel testo magico The Book of Babalon.

Estetica gotica tra le palme di Los Angeles

Marjorie è un simbolo del panorama artistico sud-californiano degli anni ‘60: è stata protagonista del film d’avanguardia Inauguration of the Pleasure Dome del visionario Kenneth Anger, animatrice di circoli culturali come Semina, di nuovo vedova nella metà degli anni ’60, madre e nonna felice; muore di cancro nel 1995.

Untitled (Self Portrait), dettaglio. Via Deicht.nyc
Peyote Vision, 1955. Via Deicht.nyc
Hekas Hekas (Dancing Pair), dettaglio. Via Deicht.nyc

Nel 2014, decennale della nascita di Parsons, esce Songs for the Witch Woman per la britannica Fulgur Esoterica, una toccante raccolta di poesie, disegni, fotografie e dipinti di Marjorie eseguiti prima e dopo la scomparsa del marito. Nello stesso anno il MOCA (Museum Of Contemporary Art) di Los Angeles le dedica una mostra che ne celebra l’ampiezza degli interessi, riconoscendo alla ribelle Marjorie un ruolo unico di collegamento tra i fermenti spirituali della città e il mondo delle arti.

Fino al 17 ottobre scorso è stata protagonista dell’esposizione Cameron, Cinderella of the Wasteland presso la galleria d’arte contemporanea Deicht di New York.

Riferimenti: Cameron-Parsons Foundation; The Trippy Art (and Trippier Life) of Occult Artist Marjorie Cameron, The Creators Project | Risorse: The Collected Writings of Jack Parsons: The Book of Babalon, The Book of Antichrist, and other writings.

Share this:

,

commenti

0 commenti:

Posta un commento